Pasta veloce con pomodorini e prosciutto

Stasera cena tardi e da sola dopo una mattinata intensa di lavoro, un pomeriggio di passeggio e chiacchiere in centro con una cara amica con cui non mi fermavo da tempo e una puntatina in palestra a stancarsi quel tanto che basta per poter dire: sono veramente distrutta!
Dicevo quindi… una cena da sola e veloce da preparare data la fame e la stanchezza.
Stasera ad attendermi in cucina c’erano degli scarti da frigorifero, cioè dei piccoli avanzi che attendono di essere consumati, per la precisione un po’ di prosciutto crudo e qualche pomodoro ciliegino.
Obiettivo: pasta con sugo semplice che vada durante il tempo di cottura della pasta.
Neanche la chiamo ricetta… vi dico semplicemente cosa ho fatto.

Per me stanca ed affamata:
100 g di penne rigate
2 fette di prosciutto di quello buono tagliato a mano
8 pomodori ciliegino
1 spicchio d’aglio
olio e.v.o.
pepe

Metto a scaldare l’acqua della pasta, bolle, metto il sale e la metto a cuocere. Tempo di attesa: 11 minuti.
Nel frattempo taglio il prosciutto a pezzetti, lo metto in una padella antiaderente con un po’ d’olio e lo lascio sfrigolare due minuti. Lo levo lasciando l’olio nella padella, aggiungo lo spicchio d’aglio e faccio insaporire un minuto. Taglio a metà i pomodorini e li aggiungo, reinserisco il prosciutto, aggiungo un mestolino d’acqua di cottura e mescolo bene.
Copro e lascio cuocere qualche minuto ancora. Assaggio e sento che non devo aggiungere sale.
Scolo la pasta e la salto nella padella con il condimento (da dove ho tolto l’aglio) aggiungendo una spolverata di pepe.

Pennette al forno con uova sode

Questa è la ricetta di una pasta che a casa mia viene preparata spesso la domenica. La ricetta è semplice e il piatto è ricco e sostanzioso. Ovvio che devono piacervi le uova sode 😛
Ve lo consiglio anche come piatto unico!

Per 4 persone
300 g di pennette lisce
3 uova sode
ragù di carne (vedi sotto)
200 g di mozzarella
100 g circa parmigiano grattugiato


Per il ragù di carne
200 g carne macinata mista (manzo e maiale)
1 barattolo pelati da 500 g
1 carota media
mezzo gambo di sedano
mezza cipolla
mezzo bicchiere di vino
olio e.v.o.
sale & pepe

In un pentolino mettete le uova coperte abbondantemente d’acqua e con un pizzico di sale e fatele diventare sode cuocendole per 9-10 minuti da quando l’acqua inizia a bollire. Togliete le uova dall’acqua bollente e fatele raffreddare bene sotto l’acqua fredda.
Mettete i pelati nel passa-pomodoro e passateli, oppure schiacciateli bene con una forchetta e teneteli da parte. Preparate il ragù mettendo in una pentola un po’ d’olio e un trito fino di carota, sedano e cipolla (se non volete che questi odori restino a piccoli pezzetti nel sugo allora preparate il ragù tenendoli in grossi pezzi per poterli poi togliere facilmente al termine della cottura del sugo).
Fate soffriggere dolcemente e inserite la carne macinata ben sgranata con una forchetta, sale e pepe. Mescolate bene sempre con la forchetta in modo che la carne prenda la cottura senza appiccicarsi e poi sfumate con il vino.
Fate evaporare bene, quindi aggiungete il pomodoro, mescolate bene e fate cuocere a fuoco moderato per circa un’ora mescolando di tanto in tanto. Aggiustate di sale se occorre.
Tagliate la mozzarella a dadini oppure macinatela grossolanamente, sgusciate le uova sode e tagliatele a fettine con l’apposito affetta-uovo.
Cuocete le pennette in acqua salata per metà del loro tempo di cottura. Scolate la pasta e conditela in una ciotola con il ragù e un po’ di parmigiano. Ungete leggermente una pirofila da forno e versatevi la metà della pasta. Spianate la superficie e ricopritela con metà della mozzarella e con il parmigiano. Ricoprite tutto con le fettina di uova sode.
Versate ora il resto della pasta, livellate, cospargete la restante mozzarella, il parmigiano e guarnite la superficie con le fettine di uova rimaste.
Infornate a 180° per 15-20 minuti. Al termine della cottura potete gratinare un po’ la superficie con il grill, se lo desiderate. Lasciate intiepidire alcuni minuti prima di servire.

Gateau di patate

Questo è un piatto casalingo che amo tantissimo.
Mi piace che sia bello ricco, saporito e soffice.
Ogni volta che l’ho preparato per qualche cena ha sempre riscosso un grande successo.
E’ anche vero che ognuno ha la sua personale versione dello sformato di patate e che le patate si possono arricchire e insaporire con tanti e svariati ingredienti. Quella che vi presento è la versione “classica” che mangio solitamente a casa con la mia famiglia ma… date pure libero sfogo alla fantasia nello sperimentare altre buone e saporite versioni!
Ah! Si può utilizzare questo piatto anche per terminare gli avanzetti che spesso si accumulano in frigorifero: formaggi e affettati vari che rischiano di star lì svariati giorni con il rischio di rovinarsi… e mica vogliamo poi buttarli, no? E allora, mettete dentro! 😉

Per 4 persone
800 g patate
100 g prosciutto cotto
100 g mortadella
100 g di mozzarella
100 g di fontina (o scamorza dolce o scamorza affumicata…)
50 g parmigiano grattugiato
1 uovo
noce moscata q.b.
pangrattato q.b.
una noce di burro + qualche fiocchetto
sale & pepe

Lessate le patate in acqua salata, scolatele, passatele allo schiacciapatate e fatele freddare.
Tagliate a pezzetti il prosciutto cotto, la mortadella, e tagliate a dadini la fontina e la mozzarella.
In una grande ciotola mettete le patate schiacciate e ormai fredde con l’uovo, il parmigiano, una spolverata di noce moscata, sale e pepe e mescolate bene il tutto. Inserite ora il prosciutto, la mortadella, il formaggio a dadini e la mozzarella. Mescolate ancora, anche con le mani, per incorporare bene gli ingredienti nelle patate.
Prendete una pirofila da forno, ungetela con il burro e spolverizzatela con il pangrattato.
Versate tutto il composto nella teglia, livellate bene la superficie e spolverizzate anche la superficie con del pangrattato. Se gradite mettete sulla superficie anche qualche fiocchetto di burro.
Infornate in forno caldo a 180-200° per almeno 20 minuti. Al termine potete passare due minuti sotto al grill per dorare la superficie.
Togliete da forno e lasciate stiepidire appena prima di servirlo.

Un bocconcino goloso per una brevissima pausa

Ciao a tutti!
Stamattina sabato casalingo con tante cose da fare; mettere in ordine, pulire, fare aerosol (mi sto portando dietro tosse e raffreddore ormai da troppi giorni…), lavorare… e ancora non c’è tempo per il diletto, sob!
Approfitto però di un pezzetto di pizza bianca del fornaio (buonissima, sottile, apribile, giustamente salata, unta quanto basta) entrato dentro casa per trasformarlo in un boccone delizioso, a mio modesto parere:
mettere dentro una spalmata di Nutella®! 
Fantastico il contrasto dolce-salato che si crea…

Buono spuntino a tutti!

P.S. Ho in serbo la preparazione di un piatto unico semplice, casalingo e buono che vi posterò (spero) domani.

Crêpes pazzesche!

I miei buoni propositi di riprendere una alimentazione più leggera ed equilibrata sono andati a farsi friggere…anzi crêpettare!
Il fatto è che nel periodo natalizio mi hanno regalato una bellissima padella per fare le crêpes con tanto di spatole e… barattolo della nutella incluso!
Aspettiamo, aspettiamo, aspettiamo… ma oggi alla fine non ho resistito ulteriormente…
Ho fatto le crêpes, 8 crêpes per la precisione, e ho farcito una di queste con mandorle, Nutella® e marmellata… una cosa golosissima!
In compenso però ho lascito da parte le altre per poterle fare con farcitura salata.
Ovvio che sono qui per mostrarvi questa crepe dolce davvero pazzesca!
Io amo molto l’accostamento cioccolata-marmellata ma è ovvio che il ripieno si può personalizzare con fantasia secondo i propri gusti.
Beh lascio spazio alla signora Crêpe… 🙂

Per 8 crêpes medie
250 g di latte
125 g di farina
2 uova
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di burro


Per farcire
Nutella
Confettura di albicocche
Mandorle tritate


Setacciate la farina e mettetela in una ciotola insieme al pizzico di sale. Sbattete le uova e inseritele nella farina mescolando a mano con una frusta. Versate a filo il latte un po’ alla volta continuando a mescolare così che l’impasto si ammorbidisca e la farina si incorpori bene. Si otterrà una pastella piuttosto liquida.
Scaldate sulla padella della crêpes il burro facendolo sciogliere senza farlo friggere. Versate il burro sciolto nella pastella e mescolate. Rimettete la padella sul fuoco, versatevi un mestolo di pastella e spianate con l’apposita paletta. Quando è dorata girate la crêpe e fate cuocere sull’altro lato.

Riponete per qualche secondo su un foglio di carta assorbente.
Farcite la crêpe come desiderate. Io ho spalmato metà superficie con la Nutella® e l’altra metà con della confettura di albicocca. Poi ho cosparso con mandorle tritate.

Ho piegato sovrapponendo la parte con la marmellata a quella sulla nutella e ho premuto delicatamente con la mano dal centro verso i bordi.
Ho piegato nuovamente e cosparso la crêpe con zucchero a velo.

Poi l’ho mangiata subito! 😛

CONSIGLIA Torta di mais