Tartellette di brisé al vino

Ecco qui le mie belle tartellette, tutte “fatteammano”! 😀
Le basi sono di brisé al vino bianco e sopra ci sono i pistacchi tritati.
Fanno una bellissima figura, soprattutto se, prestando un po’ di cura all’estetica, le si lavora per benino e con calma (cosa che però io non ho proprio fatto perché c’avevamo tutte una gran fretta a preparare per l’ansia di non avere tempo a sufficienza…) e non sono poi così difficili.

Per la brisé al vino (per 20-25 tartellette)

250 g di farina
125 g di burro + un po’ per imburrare gli stampi
50-60 g di vino bianco
un pizzico di sale
(stampini per tartellette)
(carta da forno)
(fagioli secchi)

Preparate la pasta brisé come di consueto sostituendo il quantitativo di acqua con in corrispondente in vino. Per la procedura dettagliata potete leggere qui ma considerate che questa volta nell’impasto non bisogna mettere lo zucchero, dato che è una preparazione salata.
Spianate la pasta, ritagliate dei dischi e metteteli negli stampini piccoli imburrati facendo attenzione a far aderire bene la pasta allo stampo e che lateralmente vi sia il bordino rialzato. Bucherellate la pasta e mettete in frigorifero gli stampi per circa mezz’ora per far freddare bene l’impasto.
Ritagliate dei dischetti di carta da forno, metteteli dentro le tartellette e mettetevi sopra un po’ di fagioli secchi. Questo vi permetterà di cuocere le tartellette senza che si gonfi la pasta.
Cuocete in forno a 180° per circa 15 minuti. Estraete dal forno e dagli stampini e fate freddare bene su un vassoio. Quando sono fredde farcitele come desiderate.
Eccole qui:

Per la mousse di mortadella
400 g di mortadella (in fette spesse)
200 g di ricotta
latte circa mezzo bicchiere
sale (ho usato sale rosa dell’Himalaya)

Tagliate a pezzi le fette di mortadella, inserite nel mixer insieme alla ricotta, al sale e frullate. Occorrerà frullare per alcuni minuti fermandosi di tanto in tanto e mescolando il composto in modo che tutta la mortadella sia ben triturata dalle lame. Aggiungete il latte fino ad ottenere una consistenza spumosa ma densa. Fate riposare un po’ in frigorifero prima di consumarla.

Assembliamo il tutto…
Mantecate la mousse di mortadella e inseritela con un cucchiaio in un sac à poche con beccuccio a stella. Farcite le tartellette. Infine sgusciate e tritate al coltello un po’ di pistacchi e decorate le tartellette.

Nota: Potete usare la mousse anche da spalmare sopra dei crostini di pane abbrustolito o su sfogliatine croccanti, insomma, dove vi pare! 🙂

Mousse di mortadella

Io adoro la mortadella e la stra-adoro dentro la pizza bianca.
Però devo ammettere che l’antipasto di questo storico pranzo sarebbe stato un po’ troppo semplice e… “rustico” se avessi servito pezzi di pizza bianca con la mortadella dentro… (certamente avrei fatto però cosa gradita a molti!) 😉
La mousse mi è sembrata una maniera più elegante di presentare la mortadella come protagonista di un antipasto.
E poi questa bella moussettina è semplicissima da fare, anzi, potete pure giocare con le quantità degli ingredienti secondo i vostri gusti, nel senso che potete anche mettere mortadella e ricotta in pari quantità a seconda di quanto preferite che sia (s)bilanciato il sapore tra questi due ingredienti.
Nella foto vedete la mousse avanzata nella vaschetta da mettere in frigorifero, ok non è una bella presentazione ma già avevo intorno mille cose da lavare e di sporcare un’altra ciotolina bella per fare la foto non mi andava proprio! 😛

Per 10-15 persone:
400 g di mortadella (in fette spesse)
200 g di ricotta
latte circa mezzo bicchiere
sale (ho usato sale rosa dell’Himalaya)

Tagliate a pezzi le fette di mortadella, inserite nel mixer insieme alla ricotta, al sale e frullate. Occorrerà frullare per alcuni minuti fermandosi di tanto in tanto e mescolando il composto in modo che tutta la mortadella sia ben triturata dalle lame. Aggiungete il latte fino ad ottenere una consistenza spumosa ma densa. Fate riposare un po’ in frigorifero prima di consumarla. Mantecate nuovamente e servite come più vi ispira…
Io l’ho usata per farcire delle tartellette! 😉

Un pranzo speciale

Allora, siete pronti?

Sono qui per svelarvi (finalmente!) il menù del pranzo di ieri.
Ma vi dico anche che ho intenzione di tenervi ancora un po’ sulle spine riguardo le ricette 😛 …d’altro canto questa cosa vorrei spendermela bene per fare una bella figura, eh! 🙂
Quindi dicevo, ecco qui il menù:
Aperitivo con antipasti:
Рtartellette di bris̩ al vino con mousse di mortadella e pistacchi
– mini cornetti di sfoglia al sesamo con prosciutto e formaggio
– biscottini salati al limone e rosmarino con salame
Primi piatti:
– fettuccine al ragù
– tagliatelle con zucchine, burrata e basilico
Secondi piatti:
– vitello alle due salse
Рroll̩ di tacchino con salsiccia e peperoni
Contorni:
– sformato di spinaci
– sformato di carciofi
– patate al forno
– insalata verde mista
Frutta & Dessert
– torta caprese
– maxi crostata di prugne
– fragole con panna
Che ve ne pare?
E vabbé, io ora lo dico: sono molto fiera del mio menù! Sia perché, come ben sapete, è spesso difficile mettere d’accordo tante persone con gusti e palati differenti – e mi è sembrato che tutti abbiano mangiato con soddisfazione e in abbondanza – sia perché è frutto di una scelta che ha unito la tradizione della cucina italiana e delle abitudini culinarie della mia famiglia a qualche tocco di novità, qualche piatto “del mio repertorio” a qualche piccola “sperimentazione”.
A partire da domani vi posterò le ricette dei piatti che non ho ancora inserito nel blog. 
Riguardo quelle preparazioni che invece già sono presenti  mi limito a lasciarvi qui i links interessati:

Mini cornetti di sfoglia al sesamo con prosciutto e formaggio

Torta caprese

Beh, vi saluto dandovi appuntamento a domani con il primo piatto del menù. 😉

Ciao ciao!
🙂

Saluto serale, appuntamenti & curiosità

Cari tutti,
vi scrivo in questa serata di (tanto sospirato) relax, dopo una settimana ricca di impegni e avvenimenti, per fare un po’ il punto della situazione e darvi qualche appuntamento ed anticipazione.
Innanzitutto dovete sapere che se questa volta sono sparita per ben otto giorni senza una parola è stato per cause di forza maggiore…
Ad inizio settimana c’è stato un guasto sulla mia linea telefonica e non ho avuto la possibilità di scrivere nulla causa inutilizzo della linea adsl… Sob!
Ché poi volevo salutarvi e dirvi che per questo ponte di festa del 25 aprile avevo in programma una partenza, anzi un trasferimento a casa di mia zia in campagna per preparare con l’aiuto suo e della sorella (capite bene quindi che intendo dire un’altra mia zia :-P) un pranzo con tutto il parentado!
Pranzetto organizzato per il piacere di cucinare per la prima volta per tutti loro messi insieme e per ringraziarli, finalmente in modo concreto, per i corsi di cucina che mi hanno regalato a Natale scorso.
Ovviamente senza l’aiuto delle mie due super-bravissime-organizzatissime-attrezzatissime-infaticabili ziette non ce l’avrei mai fatta a soddisfare una ventina di commensali dai palati anche piuttosto diversi!
Dopo quattro giorni passati a mettere a punto il menù, fare spesa tra mercati e supermercati, organizzare il lavoro, cucinare ecc., il pranzo si è rivelato un piccolo insperato successo.
C’è stato un momento in cui però ho temuto il peggio perché hanno iniziato a parlare di voto da attribuire ai piatti e hanno tirato fuori carta e penna dicendo di votare segretamente le varie preparazioni… Aiuto!
La votazione l’hanno fatta sul serio!!!
Ma è stata molto divertente e simpatica con tanto di punteggi, classifica e premi assegnati! 😀
Ma di questo voglio parlarvi con più calma un’altra volta.
Ecco quindi che vi do appuntamento ai prossimi giorni con nuovi posts in cui vi racconterò questa piccola esperienza culinaria familiare e vi mostrerò le ricette dei principali piatti che ho preparato.
Ok, sperando di avervi incuriosito almeno un po’ vi saluto e vi do la buonanotte!
🙂

Ciao da Valentina

Muffin ricicla uova di Pasqua – APRILE

Ebbene sì, non ho ancora finito di mangiare la cioccolata dell’uovo di Pasqua, ma quest’anno me ne hanno regalato uno grandissimo! E di buon cioccolato fondente.
Allora ho pensato di cogliere come occasione la nostra ormai consueta rubrica “Il Muffin del Mese”, per metterne un po’ in quest muffins semplicissimi.
Devo dire che la cioccolata a pezzi ha dato quel tocco in più. A questo proposito, vi consiglio di mangiarne uno tiepido quando ancora i pezzi di cioccolata all’interno sono un po’ cremosi…
Buoni buoni buoni! 🙂

Per 6 muffins
100 g di farina
70 g di zucchero
70 g di burro
1 uovo
1 pizzico di sale
mezza bustina di lievito
cioccolata dell’uovo di Pasqua q.b.
(un po’ di latte, se serve)

Rompete a pezzetti grossolani la cioccolata e tenete da parte.
In una ciotola ammorbidite il burro lavorandolo con una forchetta, unite lo zucchero e impastatelo bene con il burro. Unite l’uovo e il pizzico di sale e sbattete con una frusta elettrica. Unite la farina e il lievito.
Se l’impasto risulta troppo duro aggiungete poco latte, giusto per rendere più facile la lavorazione.
Versate il composto con un cucchiaio negli stampi per muffins. Ora inserite i pezzetti di cioccolata premendoli un po’ nell’impasto. Cuocete in forno caldo a 180° per 20 minuti.

Nota: Se aumentate la dose e fate muffins più grandi potrebbe essere necessario qualche minuto in più di cottura.

CONSIGLIA Torta di mais