La mia prima vellutata… che vellutata non è!

Ma io la chiamo comunque…

…vellutata di piselli con prosciutto croccante e formaggio fresco!

Non so come mai, ma mi è venuta l’ispirazione di mangiare la verdura, gli ortaggi, insomma quella roba che solitamente da piccoli si odia con tutte le forze e da più grandi mal si sopporta.
Se fosse ancora viva la mia nonnina non crederebbe alle sue orecchie, tanto l’ho fatta penare, quando ero bambina, per accontentarla e mandar giù un boccone di roba verde. 🙂
Beh, fatto sta che ora mi va di mangiare ste’ cosine tanto salutari e nella decisa convinzione di provare ricette varie e pratiche, ho deciso di provare una vellutata.
Mai mangiata prima un vellutata, quasi me ne vergogno, ma a casa mia le cose frullate non vanno per la maggiore e tant’è…
Ma se aspetto che tutti mi seguano negli assaggi di piatti “familiarmente” nuovi mi invecchio del tutto. 🙂
Che dire riguardo al piatto? Che è davvero facile da preparare e veloce, giusto il tempo di cuocere la verdurina in questione, poi una frullatina e… tac! Pronto!!!
Vabbè, con qualche altra aggiustatina…
Ok, mi è scattata la modalità diminutivo feroce, ma ora mi passa, tranquilli! 😉

Per 4 persone
800 g di piselli
prosciutto crudo in fette q.b.
formaggio morbido spalmabile q.b.
cipolla q.b
olio e.v.o.
sale e pepe


In una casseruola fate stufare un po’ la cipolla tagliata sottile e poi aggiungete i piselli e un po’ d’acqua. Salate e fate cuocere fino a che i piselli non saranno cotti.
A cottura ultimata togliete un po’ di liquido dai piselli cotti perché vi servirà dopo a regolare la densità della vellutata secondo i vostri gusti. Frullate bene i piselli con il frullatore a immersione fino a ottenere una crema liscia e senza grumi né buccette. Aggiustate la densità aggiungendo un po’ di liquido di cotture se fosse troppo densa. Tagliate a listarelle il prosciutto e rendetelo croccante su una padella antiaderente con un goccio d’olio. Versare in una scodella la vellutata, aggiungete qualche listarella di prosciutto e il formaggio cremoso dandogli la forma di una piccola quenelle.
Se gradite aggiungete un filo d’olio e una macinata di pepe e servite con qualche fettina di pane tostato.

Nota 1: Se volete potete sciogliere il formaggio all’interno della vellutata sin da subito, ma a me piace che si senta la diversa entità degli ingredienti (dolce-acidulo e caldo-freddo).

Nota 2: Potete preparare questa vellutata anche con i piselli già cotti e avanzati

Frollini con nocciole e cioccolato

L’autunno è arrivato ormai da tempo e, anche se continua a fare caldo, è il caso di iniziare a preparare qualcosa di semplice e buono per accompagnare qualche bella tazza di tè fumante. 
Di quelle che ti fanno scaldare in qualche domenica piovigginosa e grigia quando si cerca un po’ di relax sul divano.
E sono molto orgogliosa di presentarvi questi biscottini così assolutamente semplici da fare (perché si fanno come una pasta frolla classica) ma tanto tanto buoni!
Buoni per le buonissime nocciole che mi sono procurata per l’occasione.
Buoni per il tocco goloso del cioccolato fondente.
Buonissimi per la delicata sfumatura di gusto dato dal burro leggermente salato.
Che aspettate a provarli?
🙂

Per circa 40 biscotti
270 g di farina
120 g di burro leggermente salato
100 g di zucchero
1 uovo + 1 tuorlo
60 g di nocciole sgusciate
80 g di gocce di cioccolato
1 pizzico di sale

Tritate grossolanamente le nocciole.
Procedete lavorando farina, zucchero, uova, sale e burro come per una normale pasta frolla.
Quando l’impasto è pronto aggiungere nocciole e gocce di cioccolato e amalgamate per incorporare bene tutto nell’impasto in modo omogeneo.
Stendete la pasta sopra un foglio di carta da forno con l’aiuto di un mattarello o con le mani dando uno spessore di circa mezzo centimetro.
Riponete in frigorifero a raffreddare il tutto per una mezz’ora.
Estraete dal frigorifero, tagliate l’impasto a quadrotti e distanziateli leggermente. Trasferite il tutto con la carta da forno in una teglia e cuocete in forno già caldo a 180° per 13-15 minuti circa.
Io ho cotto a 180° per 8 minuti in forno statico e poi altri 6 minuti in forno ventilato. Poi ho dato 1 minuto di grill. Controllate e tenete sott’occhio la cottura costantemente perché da forno a forno la situazione può cambiare parecchio e ovviamente dipende anche dallo spessore del biscotto.

Messaggio di ottobre

Non chiedetemi cosa è successo e per quale motivo è ormai dalla fine del mese di settembre che non ho aggiunto alcuna una nuova ricetta…
Dico, non chiedetemelo non perché io non sappia cosa rispondervi, ma perché l’elenco delle motivazioni è così banale ché sembra davvero senza valore giustificativo.
Eppure il tempo è scivolato via così liquido ché non so capacitarmene…
E mamma mia, questi discorsi li sentivo sempre da mia nonna e a tutt’oggi dalle mie zie!
Mi sa che è la vecchiaia che, ormai, incombe inesorabilmente anche su di me…
Vabbè insomma, in una sconcertante normalità di vita, è successo quel che solitamente succede sempre: lavoro, qualche impegno extra, influenza, difficoltà nel tornare in salute, pc rotto e dieta.
Ora, il lavoro ha ripreso i suoi ritmi regolari, gli impegni extra quasi, l’influenza sembra passata, io sto sopravvivendo agli ultimi colpi che essa cerca di infliggermi da lontano, la dieta è stata interrotta, il pc invece è ancora guasto…
Questo è un problema che va risolto con una certa urgenza sennò davvero diventa difficilissimo postare qualsiasi cosa.
Comunque la cosa più importante di tutte è riprendere a cucinare per benino e, appunto, ciccia per la linea!
Tre o quattro chili in più non saranno un gran guaio, no?
E allora ci vediamo prestissimo, davvero!
Intanto per non lasciarvi proprio a bocca asciutta vi copio-incollo qui sotto la ricetta dei miei primi muffins che ho pubblicato giusto giusto un anno fa.
Scelgo questi muffins perché in un certo modo mi hanno portato fortuna nel corso del primo anno del blog, chissà allora se non siano di nuovo una promettente ricetta  per ripartire alla grande!
Ciao!
😉

– – – – – – – – – – – – – – – –

Muffins rum & pera

Per 6-8 muffin
180 g di farina
140 g di zucchero
60 g di burro
1 uovo
100 ml di latte
4 cucchiai di rum
1 pera (io ho usato la williams rossa)
mezza bustina di lievito
1 pizzico di sale
1 cucchiaio di zucchero di canna

Sbucciate la pera, che dovrà essere di giusta maturazione, e tagliatela a pezzettini. 
In un pentolino mettete la pera con due cucchiai di zucchero e mettete sul fuoco. 
Quando lo zucchero inizia a squagliarsi aggiungete i due cucchiai di rum e fate cuocere a fiamma bassa per alcuni 2 minuti. Spegnete e fate raffreddare.
Fate ammorbidire il burro a temperatura ambiente, ponetelo in una ciotola e montatelo con la frusta elettrica.
Poi aggiungete lo zucchero, poi l’uovo e il latte e mescolate bene il tutto sempre con la frusta.
Unite quindi la farina e il lievito setacciati e un pizzico di sale. 
Quando il composto è ben amalgamato, unite la pera e incorporatela nell’impasto mescolando con un cucchiaio. 
Prendete gli stampi per i muffins (io ho usato lo stampo di silicone) e versate l’impasto però senza riempire completamente gli stampini.
Spolverizzate la superficie con un po’ di zucchero di canna.
Inserite in forno caldo a 180° e cuocete per 20 minuti. 
Fate raffreddare bene i muffins prima di servirli.

CONSIGLIA Frullato energetico