Fregola con salsiccia e funghi

Questo è stato il mio pranzetto di domenica scorsa: un unico piatto e un bicchiere di vino.
Un pranzo semplice, schietto, rustico, appagante che ha visto protagonista la fregola sarda, questa volta lontana dal suo più classico accostamento con le vongole e i frutti di mare.
In fondo mi pareva giusto prepararmi in qualche modo all’imminente ingresso dell’autunno (…almeno in linea teorica, date le temperature di questi giorni a Roma!) e ho pensato che una preparazione dal condimento corposo e saporito fosse l’ideale.
Che dire? Che questo era il mio primo assaggio della fregola sarda ed è stato subito amore a prima vista, no, anzi… amore al primo assaggio, appunto!
Buona buona buona buonissima.
E, ve lo dico, questo è un piatto che, dopo averlo mangiato, rosicate per non averne fatto una dose doppia, almeno per voi! 😉

Ingredienti (4 persone)
350 g di fregola sarda
3-4 salsicce
6-7 funghi champignon
150 g di polpa di pomodoro
1 spicchio d’aglio
brodo vegetale
olio e.v.o.
sale & pepe

Pulite delicatamente i funghi dalla terra, tagliateli a fettine e cuoceteli in una padella con un po’ d’olio e uno spicchio d’aglio. Salate e funghi e fateli cuocere avendo cura di far assorbire tutta l’acqua in eccesso. Tenete da parte. Spellate le salsicce, riducete la pasta della salsiccia a pezzetti, poi cuocetele su una padella antiaderente (va bene quella di prima…) con un filo d’olio e sfumare con un po’ di vino rosso lasciandolo evaporare bene. Tenete da parte anche queste. In una casseruola mettete a cuocere il pomodoro con un po’ d’olio e di sale. Dopo un po’ mettete nel pomodoro le salsicce e i funghi cotti e fate finire di cuocere aggiustando di sale e mettendo il pepe.
Scaldate un po’ di brodo vegetale e quando è arrivato a bollore versateci la fregola. Cuocete la fregola come se fosse un risotto aggiungendo il brodo quando quello presente si è assorbito. Dopo metà cottura unite alla fregola il sugo di funghi e salsiccia e terminate la cottura.
Quando è cotta impiattate e servite calda con sopra una spolverata di pepe.

Nota: Potete scegliere la consistenza del vostro piatto, se più o meno liquido, quindi valutate voi quanto far “asciugare” la preparazione.

Torta di mele e mandorle

Questo blog dovrebbe cambiare nome.
Dovrei chiamarlo Singhiozzando visto che da un po’ di tempo le mie pubblicazioni vanno appunto a singhiozzo. 🙁  Ma io non demordo!
Sono convinta che sia tutta questione di organizzazione, e se ancora non sono riuscita a trovare un giusto equilibrio per gestire il tempo in cucina, è perché nel ultimi mesi le mie abitudini orarie, lavorative, di impegno e di svago sono cambiate notevolmente.
In mezzo a questo trambusto stamattina vi lascio, dopo la recente versione con la farina di farro, una nuova ricetta di torta di mele, (la quinta! senza contare lo strudel e la sfogliata).

Sì, forse c’ho un po’ la fissa ma le torte di mele sono, per me, uno tra i dolci più buoni al mondo e se ne possono fare così tante varianti che meritano tutte di essere assaggiate! 😉
In questa torta le mele sono accompagnate divinamente dalle mandorle.
Mi spiace che la foto sia così semplice e non vi mostri il taglio, ma lì era ancora tiepida e in procinto di uscire con me per andare a una cena tra recenti e simpatici colleghi.
E loro hanno detto che era molto buona! 😉

E non è un caso che io vi parli di mele oggi poiché nella giornata di oggi e domani
AISM – Associazione Italiana Sclerosi Multipla sarà presente in 3000 piazze italiane per l’iniziativa La mela di Aism.

E’ una iniziativa di solidarietà per sensibilizzare tutti riguardo la sclerosi multipla, una malattia che colpisce ogni anno moltissime persone, e per sostenere la ricerca scientifica.
Perciò, coraggio, aiutate AISM e sostenete la ricerca!!!
Comprate le mele di AISM e preparate tante buonissime torte per le persone che amate di più!

Ingredienti (stampo da 26-28 cm di diametro)
130 g di farina 00
120 g di mandorle tritate finemente
160 g di zucchero di canna
170 g di burro morbido
4 uova medie
1 bustina di lievito
4 mele Golden (1 kg)
1 limone
2 cucchiai di zucchero semolato
1 bicchierino di rum

…per il crumble
120 g di farina
90 g di burro ben freddo a dadini
60 g di zucchero di canna
70 g di mandorle tostate

Preparate il crumble frullando gli ingredienti in un robot da cucina e riponetelo il frigorifero.
Sbucciate le mele e tagliatele a spicchi, quindi a dadi regolari e irroratele con il succo di limone perché non anneriscano. Fate sciogliere in una padella una noce di burro, mettete le mele e lo zucchero semolato. Fate cuocere per 5 minuti, sfumate con il rum e lasciate evaporare. Spengete e tienete da parte le mele lasciandole raffreddare un po’. 
In una ciotola montate il burro morbido con una frusta insieme allo zucchero di canna. Poi aggiungete le uova, uno alla volta, unendo il successivo solo quando quello si è amalgamato bene all’impasto. Unite la farina e il lievito setacciati, poi le mandorle tritate, infine le mele con il loro succo di cottura. Mescolate bene e versa l’impasto in una teglia rivestita con carta-forno. Cospargete il crumble in modo uniforme su tutta la superficie della torta. Cuocete in forno già caldo a 170° per 50 minuti circa. Verificate la cottura con uno stecchino. Togliete dal forno e fate raffreddare.

Remembering August…

…ovvero, quello che vi siete persi su Appetitosando!

Buongiorno e buon inizio di settembre a tutti! 🙂
So che, per molti di voi, questo sarà un giorno faticoso e un po’ avvilente perché, probabilmente, segnerà il vostro rientro lavorativo dopo l’estiva pausa vacanziera.
Ma, suvvia, non scoraggiamoci!
Da parte mia, ho pensato di risollevarvi un po’ il morale con un breve riassunto delle puntate (ricette!) precedenti che ho caricato su Appetitosando nel mese di Agosto. Vedete un po’ come vi coccolo!!! 😉

Allora ecco qui una piccola galleria di immagini, giusto per rendervi l’idea, e, nel titolo della ricetta, il link diretto al post.
Non mi resta altro che salutarvi e augurarvi di tutto cuore un buon inizio di anno lavorativo!
A presto! 🙂

V.

Torta ai tre frutti (banana, ananas e lamponi) nascosti
* * *
I friggitelli di nonna Concetta

* * *  
Bruschette di prosciutto, melone ed erbe aromatiche
* * *
Tè freddo al lime e basilico
* * *
L’insalata di riso classica di casa mia
* * *
Ghiaccioli home-made di more e limoni
* * *
Torta dolce (e bicolore) con le zucchine

E allora, benvenuto settembre…

CONSIGLIA Torta di mais