Buone Feste!

Senza categoria | 24 dicembre 2014 | By

Paccheri gialli con carciofi e salsiccia

Ormai è chiaro, che Appetitosando sia un blog all’insegna di piatti semplici e alla portata di tutti, ma nello stesso tempo, di piatti buoni (molto buoni!) e di grande soddisfazione per il palato, eheheh 😉
Okkei forse mi sto imbrodando un po’, ma se quando mangio – o faccio mangiare qualcosa – scopro che è tutto molto appagante, qualcosa vorrà pur dire, no?!?!?!? Ahahaha! 😀
Suvvìa, sto scherzando un po’ 😉 ma solo per farvi capire che questi paccheri che vedete, oltre ad essere belli colorati, sono anche buonissimi.
E mangiare una cosa buona che ha una preparazione veloce è poi una doppia soddisfazione perché vuol dire che ci si riesce a concedere una delizia se pure in mezzo alla vita frenetica che ci travolge ogni giorno. Quindi ecco, vi lascio questa ricettina così che domani sera, tornando a casa dal lavoro, fate giusto una capatina rapida al supermercato per prendere ciò che vi occorre per dedicarvi questo bel piattino per cena. 🙂

Ingredienti per 4 persone
300 g di paccheri
3-4 carciofi
250 g di salsiccia
vino q.b.
1 bustina di zafferano
1 spicchio d’aglio
2 limoni
olio e.v.o.
sale & pepe

In una padella antiaderente mettete un filo d’olio e la pasta della salsiccia a pezzetti. Fate cuocere sgranando bene la salsiccia, sfumate con un po’ di vino e fate evaporare. Tenete da parte.
Pulite i carciofi: tagliate via i gambi, eliminate le foglie esterne, tagliate le punte, tagliateli a metà ed eliminate il pelo all’interno, quindi immergeteli in acqua e succo di limone. Ricavate dai gambi solo la parte centrale non legnosa e mettete anche questi in acqua e limone.
In una padella mettete l’aglio e un po’ d’olio, scaldate un pochino e mettete i carciofi tagliati piuttosto sottili. Mescolate, fate insaporire un po’ e aggiungete un po’ d’acqua. Salate e pepate e fate cuocere in modo che risultino teneri. Ora togliete l’aglio e unite ai carciofi la salsiccia. Sciogliete una bustina di zafferano un un bicchierino di acqua di cottura della pasta e versatelo nella padella con il condimento.
Cuocete la pasta e quando mancano pochi minuti alla cottura scolatela e terminate la cottura in padella. Se sarà necessario aggiungete altra acqua fino a raggiungere la cottura desiderata.

Pasta con pesce spada, olive e pomodori secchi

Da molti giorni ormai qui a Roma non si vede il sole e io inizio un po’ a incupirmi.
Mi mancano quelle giornate serene autunno-invernali che amo tanto, con l’aria frizzante che ti sveglia e ti schiarisce la mente e ti rinfresca le idee. 😉
Quindi, per ora, solo pioggia e se non proprio pioggia, tanti nuvoloni, grigissimi, opachi e scuri.
Per scattare una foto ad un piatto è un’impresa: all’ora di pranzo, spesso, sembra che siano le 18:00!
E quindi grandi risultati nelle foto per ora ce li dimentichiamo.
Ma la bontà dei piatti resta intatta anche se le immagini non rendono giustizia, eheh.
Come ad esempio questo vermicello (per capirci uno spaghettone) con il pesce spada, le olive e i pomodori secchi. Un’idea semplice per un primo buono, saporito e velocissimo da fare. Per me anche un’àncora di salvezza per poter mangiare un po’ di pesce in una casa dove non si usa molto…
Beh, vi saluto e vi do appuntamento a tra qualche giorno sperando che sia un po’ più luminoso! 😉

Ingredienti per 4 persone
400 g di pasta (vermicelli)
400 g di pesce spada fresco
6 cucchiai di olive di Gaeta
pomodori secchi q.b.
1 spicchio d’aglio
vino bianco q.b.
peperoncino
prezzemolo
olio e.v.o.
sale


Mettete a cuocere la pasta in abbondante acqua salata. Frullate alcuni pomodori secchi con un po’ del loro olio e tenere da parte. Togliete la pelle alle fette di pesce spada e tagliatelo a dadi non troppo piccoli. In una padella antiaderente mettete un po’ d’olio, uno spicchio d’aglio e un peperoncino, scaldate appena e mettetevi a cuocere il pesce. Girate per farlo cuocere rapidamente su tutti i lati, sfumate con il vino bianco e fate evaporare bene. Aggiungete le olive, fate cuocere per qualche minuto, mettete il sale e il prezzemolo tritato, quindi unite il trito di pomodori secchi. Vi consiglio di non abbondare con la salsa di pomodori secchi e di assaggiare il condimento per capire quanto volete che il loro gusto si senta. I pomodori non devono coprire il sapore del pesce e delle olive, diciamo quindi che due cucchiai di salsa secondo me possono bastare.
Quando la pasta è quasi cotta scolatela e ripassatela nella padella con il condimento. Se fosse troppo asciutto unite un po’ di acqua di cottura. Fate insaporire e servite.
CONSIGLIA Frullato energetico