Riso alla cantonese

Oggi a casa mia si mangia “esotico”.
Considerando che, come avrete ormai ben capito, nella mia famiglia si è legati fortemente alla classica, tradizionale, verace cucina italiana, questo evento ha dello “straordinario”, oserei dire.
Certo il piatto in programma è un qualcosa che si accosta facilmente ai nostri sapori (ehehehehe :-P) ma, comunque sia, è una prima timida incursione in una cucina lontana.
Chissà se in futuro si potrà viaggiare ancora così lontani da casa?!?!?!
Riguardo le dosi della ricetta, diciamo che ho selezionato le quantità a occhio e croce e poi ho “pesato” gli ingredienti per dirvi il quantitativo usato. 😉

Per 3 persone
220 g di riso basmati
120 g di prosciutto cotto in un’unica fetta
240 g di piselli (surgelati)
2 uova
1 cucchiaio di salsa di soia
olio e.v.o.
sale

Iniziate sbattendo le uova con un pizzico di sale in una ciotola e preparando delle frittatine sottili in una ampia padella con un po’ olio. Fate raffreddare un po’ poi tagliate le frittatine prima a striscioline sottili poi a quadratini e tenete da parte. Tagliate nello stesso modo anche la fetta di prosciutto cotto.
Sbollentate i piselli in acqua bollente oppure cuoceteli al vapore scolandoli quando sono quasi giunti a cottura.
Lessare in acqua bollente salata il riso, cuocendolo per una decina di minuti, dopo averlo sciacquato in acqua fredda e scolato bene.
In una padella, o nel wok, fate appassire in un po’ d’olio un po’ di cipolla tritata molto finemente. Unitevi i piselli e il prosciutto e fate insaporire.
Quindi unite il riso, le uova, la soia e fate amalgamare bene i vari ingredienti a fiamma moderata (perché nulla si attacchi) per qualche minuto.

Filetto alla Wellington

Questo è un piatto della cucina inglese e fa sicuramente una grande scena!
Era tanto tempo che volevo prepararlo e mi sono detta: “quale migliore occasione di queste feste!?!?!?!”
Ehmm… la forma un po’ irregolare, che vedete nella foto in fondo al post, è dovuta al pezzo di filetto non perfettamente “cilindrico”, ma con una estremità più sottile. 😛

Per 6-8 persone
1 kg di filetto di manzo in pezzo unico
500 g di funghi champignon
180 g di prosciutto crudo dolce tagliato sottile
1 o 2 rotoli di pasta sfoglia
2-3 cucchiai di senape
1 uovo
olio e.v.o.
sale & pepe
(1 bicchierino di brandy)
(carta da forno)
(pellicola per alimenti)

Iniziate con il preparare in anticipo i funghi poiché andranno cotti e lasciati freddare bene prima di assemblare la carne con la pasta sfoglia.
Pulite bene i funghi champignon, metteteli nel robot tritatutto da cucina e frullateli piuttosto finemente.
In un tegame antiaderente mettete un po’ d’olio e i funghi tritati e fate cuocere girando di tanto in tanto fino a che non sia ben ritirata l’acqua dei funghi stessi – occorrerà anche una mezz’ora di cottura. Salate e pepate i funghi durante la loro cottura.
Al termine dovrete aver ottenuto una specie di salsa abbastanza densa che una volta fredda andrà spalmata. Quindi fate freddare bene i funghi cotti.
Preparate la carne cospargendo tutta la superficie del filetto con sale e pepe, poi in un tegame capiente mettete un po’ d’olio e il filetto e fate rapidamente sigillare la carne, a fuoco vivace, su tutti i lati, anche sulle estremità.
In questa ricetta la cottura della carne avviene nel forno ma, considerate che il tempo di cottura in forno lascia la carne “rosa” al centro.
Se qualcuno di voi non ama la carne troppo “al sangue”, allora consiglio di lasciar cuocere di più la carne nel tegame (e potete anche sfumare il filetto con un bicchierino di brandy!), in questa prima fase, e di lasciarla poi freddare un po’.
Ora stendete un pezzo di pellicola trasparente su un piano di lavoro e disponetevi sopra le fette di prosciutto un po’ sovrapposte l’una all’altra in modo da formare uno strato rettangolare  in grado di avvolgere il filetto. Spalmate sopra questo strato di prosciutto la salsa di funghi.
Spennellate la superficie del filetto con la senape e disponete il filetto sopra i fungi e il prosciutto.
Con l’aiuto della pellicola fate aderire bene l’involucro di funghi e prosciutto alla carne, su tutti i sali, facendo in modo di non lasciare aria nell’involto.
Ora srotolate la pasta sfoglia e mettetevi al centro il filetto rivestito. Avvolgete la pasta sfoglia intorno alla carne chiudendo e sigillando bene i bordi e le estremità.
Se il pezzo di carne è molto grande potrebbe servire la pasta sfoglia di un secondo rotolo, ma giusto una parte utile a chiudere il pacchetto.
Sbattete l’uovo e spennellatelo su tutta la superficie della sfoglia. Se occorre aiutatevi con l’uovo sbattuto anche per chiudere bene la sfoglia.
Sulla parte superiore del fagotto fate dei tagli con un coltello in modo che possa uscire il vapore dalla carne in cottura.
Disponete su una teglia rivestita con carta da forno e cuocete in forno, appunto, a 180°-200° per 35-40 minuti circa.

Bellissimo! 🙂

CONSIGLIA Polpette di melanzana