Pasta fredda al pesto di rucola

Ed eccolaaa!
La pasta fredda che mi sono dedicata ieri col mio bel pestuccio di rucolina!!! :-)))
Ho solo aggiunto qualche oliva e qualche pomodorino a pezzetti, una mantecatina e via.
Semplice, leggera ed equilibratissima nel gusto…ma che volete di più con ‘sto caldo???
Ora ve la lascio preparare, va’!
Buona domenica! 😉

Per 2 persone
180 g di mezze penne rigate
6-7 pomodori datterini
1 manciata di olive nere di Gaeta
pesto di rucola (vedi giù!)
olio e.v.o.
sale

Per il pesto di rucola
40 g di rucola
una manciata di pinoli
olio e.v.o. (di quello buono!)
qualche chicco di sale grosso

Preparate il pesto così: mettete in freezer per un po’ recipiente e lama del frullatore.
Lavate, pulite la rucola e asciugatela bene. In un pentolino tostate leggermente per qualche minuto i pinoli e fateli freddare. Inserite nel frullatore la rucola, i pinoli, qualche chicco di sale grosso e un po’ d’olio.
Frullate a scatti fino ad ottenere un composto piuttosto omogeneo e non troppo secco. In tal caso aggiungete un altro goccio d’olio, ma senza esagerare! Occorre aggiungere gradualmente affinché il pesto alla fine non sia troppo oleoso.

Mondate e tagliate a pezzetti i pomodorini, poi denocciolate le olive e tagliatele a pezzetti.
Cuocete la pasta in abbondante acqua salata e, ad un minuto dal termine della cottura, scolatela e passatela subito sotto l’acqua fredda.
Mettete la pasta ormai fredda in una ciotola, aggiungete il pesto e mescolate bene, poi unite anche i pomodori e le olive. Amalgamate bene il tutto, assaggiate ed aggiustate di olio e sale, se necessario.
Fate riposare un po’ e servite fresca.

Insalata di riso venere alla pescatora (c’est plus facile!)

Chi l’ha detto che l’insalata di riso deve ridursi ad essere la “solita” insalata di riso?
Vero è che, con tutte le volte che l’ho preparata e mangiata in casa, non l’ho ancora mai postata qui, quella “tradizionale” – intendo – con il riso bianco e le cosine che solitamente ci vanno dentro: tonno, olive, mais, sottaceti, ecc. ecc. Ma diamo tempo al tempo…
La mia insalata di riso “classica” arriverà (promesso!) perché comunque è buona, fresca, leggera, ideale soprattutto in estate (oddio mi sembro uscita da uno spot televisivo…) e per tutte quelle occasioni tipo buffet, aperitivi, cene informali e via dicendo, roba che voi tutti conoscete benissimo. ;-P
Tuttavia volevo inaugurare il tema “insalata di riso” con una tipologia un po’ più insolita nel colore e nel contenuto. 😉
Ed ecco qui!
Che ne dite?
Io la trovo bellissima!
Anche se, lo ammetto, non è fatta proprio “a regola d’arte”, eh… 😛
Eh sì perché già immagino che qualcuno inizierà a protestare appena dirò “surgelati“… ma lasciate che vi spieghi!
Come potevo fare, dato che non avevo molto tempo a disposizione (quindi zero tempo per far spurgare le vongole, pulire le cozze, mondare i calamari, sfilettare il pesce ecc.) e neanche la possibilità di comprare facilmente del buon pesce fresco???
Ecco, quindi ripiego! 😛
Ripiego su certe semplificazioni come il pesce pulito e surgelato messo a disposizione dal banco surgelati vicino casa 😉
E poi sì, dai… per chi comincia ed è alle prime armi “culinarie”, questo può essere un buon compromesso.
Comunque sia, ora bando alle ciance (e alle scuse) e diciamolo: il riso venere è più rustico e saporito del riso bianco e lega benissimo con il pesce e questa insalatina di riso fredda è una bontà!
Quindi ora vi scrivo la ricettina facile facile, ok?
Dai, che siete contenti così, lo so! 😉

Per 2 persone
130 g di riso venere
400 g di misto surgelato (vongole, cozze, calamari, gamberi e filetti di cernia o palombo)
6-7 pomodori datterini
1 spicchio d’aglio
olio e.v.o.
prezzemolo tritato q.b.sale

Al negozio dei surgelati comprate vongole, cozze, gamberi, calamari  e due filetti di pesce (tipo cernia o palombo) già puliti e sfusi diciamo per un totale di 400 g di peso. Fate scongelare.
Mettete a cuocere il riso venere in un po’ d’ acqua bollente salata.
La cottura sarà lunga, ci vorrà all’incirca un’ora! (Controllate comunque il tempo di cottura sulla confezione del vostro riso e assaggiate per testare il livello di cottura raggiunto)
Ovviamente tenete pronta altra acqua calda da aggiungere al riso per far proseguire la cottura quando questo avrà assorbito l’acqua in cui sta cuocendo. Fate in modo che a fine cottura il riso abbia assorbito tutto il liquido di cottura aggiunto.
Quando il pesce è scongelato mettetelo a cuocere tutto insieme in una padella a fuoco moderato con un po’ d’olio e uno spicchio d’aglio coprendo con un coperchio. Basteranno all’incirca 10 minuti di cottura mescolando ogni tanto. Fate a pezzetti i filetti di pesce e sfumate con un goccio di vino bianco e fate evaporare lasciando andare per altri 2 minuti senza coperchio.
Togliete tutto il pesce dalla padella (sgusciate i gamberi se hanno ancora il guscio) e mettetelo in una ciotola condite con un po’ d’olio e un pizzico di sale.
Filtrate il fondo di cottura del pesce e aggiungetelo nella pentola dove si sta cuocendo il riso e fate proseguire la cottura.
Lavate e tagliate a pezzettini i pomodori datterini e uniteli nella ciotola con il pesce e mescolate.
Quando il riso è cotto, scolatelo e passatelo nell’acqua fredda. Unitelo al pesce e ai pomodori, aggiungete il prezzemolo tritato, un altro filo d’olio e aggiustate di sale. Mescolate e fate riposare in frigo per un po’.
Servite fresca.

Insalata di finocchi, arancia e olive

Oggi diamo solo un timido benvenuto alla primavera.
Perché siamo ancora con l’ombrello appeso al braccio e, se pure oggi qui è tornato a farsi vedere il sole, c’è un gelido vento che ci costringe ancora a girare avvolti in cappotti e sciarpette.
Per questo ho pensato che di aprire la stagione tiepida con un piatto leggero, una insalatina che sarebbe perfetta per un clima più mite ma che strizza ancora l’occhio al freddo per la presenza di qualche ingrediente invernale. 😉

Per 1 persona
1 finocchio
1 manciata di olive nere
qualche nocciola
mezza arancia
olio e.v.o.
succo di limone
succo di arancia
sale & pepe

Pulite bene il finocchio, tagliatelo a fettine sottili e adagiatelo in una ciotola.
Sgusciate e tritate le nocciole.
Con un coltello togliete la buccia a mezza arancia rimuovendo anche pellicina che riveste gli spicchi, ricavatene dei tocchetti e uniteli ai finocchi. Aggiungete anche le olive intere e le nocciole.
Preparate un’emulsione con un po’ d’olio e qualche goccia di succo di limone e di arancia, sale e pepe.
Versate l’emulsione sull’insalata per condirla.

CONSIGLIA Frullato energetico