Simil-quiche ai carciofi

E al termine di una giornata di intenso lavoro culinario cosa si mangia? Io e le mie zie (la sera del 27 aprile) ci guardiamo, ormai stanche morte… fortunatamente mia zia aveva in frigo un rotolo di pasta brisè… ok che la sappiamo fare, ma stava lì pronto ad essere usato. Poi c’erano un po’ di carciofi già cotti a disposizione e del prosciutto cotto… allora via con una preparazione rapida!
Grande idea la pizza rustica del riciclo… :-)))

Per 6 persone
1 rotolo di pasta brisè
1 piatto di carciofi a pezzetti cotti in padella
100 g di robiola
2 fette di prosciutto cotto tagliato un po’ spesse
1 uovo
sale & pepe

In una ciotola sbattete l’uovo e unite i carciofi, la robiola e il prosciutto cotto tagliato a pezzetti. Mettete sale e pepe, mescolate e amalgamate bene il tutto. Srotolate la pasta brisè, mettetela in una teglia rotonda con la carta da forno e adagiatevi sopra tutta la farcia. Cuocete a 180° per 40 minuti.

Eccomiiii… con i calzoni ripieni!!!

Una settimana di pausa (mia) e di attesa (vostra) senza una parola, un avviso o un messaggio.
Lo so.
Me ne dispiaccio tanto… ma ho avuto dei giorni indaffaratissimi, pieni zeppi di impegni e cose da fare da mattina a sera, tanto che ho mangiato quasi sempre fuori casa e quando invece l’ho fatto a casa, sempre riciclando qualcosa di già preparato o che non richiedesse cottura.
Insomma lontana, ormai da troppo tempo, dai fornelli e dal cibo anche semplice e preparato con dedizione e amore, davvero. E poi, ovviamente, sono stanca morta e domani è di nuovo lunedì!
Help! Help! Heeelpppppppppp!!!!!!!!!!!
Vabbé, ormai ‘sto teatrino lo avete già visto, ma purtroppo mi capitano, di tanto in tanto, dei periodi simili.
Cerco di rimediare in questi pochi minuti di calma serale – e prima di tracollare sul letto – postando (il post risale a vari giorni passati…) la ricetta dei calzoni ripieni che da anni preparo in casa mia.
Più che preparo dovrei dire… “assemblo“, perché non ho mai avuto il coraggio di preparare io la pasta dei calzoni.
Ok, ok, stasera non ne prendo una, vabbé, ma capitemi, ho sempre avuto un sacco di problemi con le cose che devono lievitare (purtroppo!!!) e non ho ancora seriamente rimediato.
E lo ammetto, sono solo una food-blogger amatorialissima e una cuochetta mooooolto in erba, con poca esperienza… insomma si fa qual che si può!
Comunque, dicevo, in alternativa alla pasta-fai-da-te compro la pasta già fatta da fornaio buono e di fiducia, quindi suvvia, potete anche perdonarmi.
Vi sconsiglio assolutamente di comprare le sfoglie già pronte e stese che trovate nel banco-frigo del supermercato. Mi dispiace dirlo ma, diamo, non… rendono bene, ecco.
E in fondo la possibilità di comprare della pasta buona da qualcuno che sa prepararla bene vi può dare la possibilità di preparare questi calzoni così buoni anche se non siete espertissimi in cucina.
Dai, su… che vi ho quasi convinto!
😉
A presto!!!
🙂

Per 8 calzoncini
800 g di pasta da pizza
150 g di prosciutto cotto a fette
150 g di mortadella a fette
250 g di mozzarella
350 g di funghi champignon
1 spicchio d’aglio
olio e.v.o.
sale
farina q.b.

Pulite i funghi, tagliateli sottili e cuoceteli in una padella con un filo d’olio, uno spicchio d’aglio e un po’ di sale, facendo in modo che evapori tutta la loro acqua. Lasciateli freddare.
Tagliate le fette di prosciutto cotto e mortadella a striscioline e poi a pezzetti. Tagliate a piccoli pezzettini la mozzarella (o macinatela con fori grandi).
In una ciotola mescolate questi quattro ingredienti e amalgamate bene il composto del ripieno.
Tagliate la pasta in 8 pezzi e su una piano di lavoro mettete un po’ di farina e stendete ciascun pezzo di pasta dando una forma rotonda. Adagiate 2 o 3 cucchiai di ripieno su metà del disco di pasta e richiudete facendo attenzione a sigillare bene i bordi.
Ungete una teglia da forno e disponetevi i calzoni in modo che non si tocchino (si rischia che si appiccichino).
Cuocete a 180°-200° in forno già caldo per 30-40 minuti circa (dipende dal forno e anche dallo spessore che date alla sfoglia!), girandoli sul lato opposto a metà cottura.

Nota: Potete ovviamente variare il ripieno con gli ingredienti che più preferite. Se vi piace che il calzone risulti rustico e gustoso potete sostituire gli affettati con della salsiccia sbriciolata e precedentemente cotta.

Un bocconcino goloso per una brevissima pausa

Ciao a tutti!
Stamattina sabato casalingo con tante cose da fare; mettere in ordine, pulire, fare aerosol (mi sto portando dietro tosse e raffreddore ormai da troppi giorni…), lavorare… e ancora non c’è tempo per il diletto, sob!
Approfitto però di un pezzetto di pizza bianca del fornaio (buonissima, sottile, apribile, giustamente salata, unta quanto basta) entrato dentro casa per trasformarlo in un boccone delizioso, a mio modesto parere:
mettere dentro una spalmata di Nutella®! 
Fantastico il contrasto dolce-salato che si crea…

Buono spuntino a tutti!

P.S. Ho in serbo la preparazione di un piatto unico semplice, casalingo e buono che vi posterò (spero) domani.

Pizza rustica con patate e salsiccia

Mi piace molto l’accostamento patate e salsiccia e oggi ho voluto provarlo per arricchire la farcitura di una pizza rustica. E’ venuta proprio gustosa!
Se la fate vi consiglio di usare la pasta sfoglia rettangolare così che le porzioni possano essere tagliate appunto… rettangolari! Maneggiare gli spicchi a punta con le patate a tocchetti all’interno lo trovo molto problematico…

Per 3-4 persone
1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
2 patate medie
2 salsicce
2 fette di prosciutto cotto
1 fetta di taleggio
1 uovo
semi di sesamo o di papavero
un goccio di vino bianco
olio e.v.o.
sale & pepe

Lessate le patate con la buccia senza però arrivare al punto di cottura (termineranno di cuocersi in forno).
Pelatele e lasciatele freddare, poi tagliatele a cubetti, salate, pepate e condite con un po’ di olio.
Private le due salsicce della pelle, sminuzzatele e mettetele a cuocere in un pentolino con un filo d’olio. Quando sono quasi cotte salate e sfumatele con un goccio di vino bianco. Fatto evaporare il vino spegnete e fate raffreddare.
Srotolate la pasta sfoglia, adagiatela su un foglio di carta da forno disponendola nel senso orizzontale. Bucherellate la pasta con una forchetta. Disponete ora il ripieno nella zona centrale della sfoglia così da lasciare alcuni centimetri sui due lati. In questo modo potrete ripiegare la pasta verso l’interno fino a sovrapporre i bordi per chiudere la farcitura e sigillarla.
Iniziate disponendo il prosciutto cotto. Sopra mettete le patate e poi la salsiccia a pezzetti. Infine il taleggio anch’esso tagliato a pezzetti. Sigillate bene la pasta. Spennellate la superficie dell’involto con l’uovo sbattuto.
Cospargete la superficie con un po’ di sale e con dei semi di sesamo o di papavero.
Cuocete in forno a 180° per 20 minuti.
Fate intiepidire un po’ e servite.

Buon appetito!

Pizza rustica… degli avanzi

Eccomi di nuovo tra voi!
Perdonate l’assenza ma quando gli impegni lavorativi e personali ci si mettono sul serio riescono davvero a succhiare via ogni briciola di tempo.
In questi giorni ho sempre mangiato fuori casa oppure ho mangiato a casa (ma di corsa e in orari strani) ciò che mi era stato gentilmente preparato…
Oggi che finalmente ho un po’ di tempo per cucinare qualcosa, però, mia madre mi avverte che ci sono degli “avanzi” da finire…
E come metto insieme adesso spinaci cotti e pomodori piccadilly?
Guardando nel frigo scopro che c’è anche del prosciutto cotto comprato questa mattina, allora facciamo qualche altra aggiunta e…




Per 6-8 persone
2 rotoli di pasta sfoglia rotonda
300 g di spinaci surgelati e cotti
4 pomodori piccadilly
160 g circa di prosciutto cotto
180 g circa di ricotta
olio e.v.o.
sale

Innanzi tutto preparate gli spinaci cuocendoli secondo le indicazioni riportate sulla confezione. Una volta cotti e freddi strizzateli bene in modo che non rilascino acqua. Conditeli con un po’ d’olio e di sale.
Lavate i pomodori e tagliateli a fette privandoli dei semi interni e fate scolare un po’ perché perdano il liquido in eccesso. Fate scolare un po’ anche la ricotta.
Srotolate una confezione di pasta sfoglia e disponetela su una teglia da pizza ben stesa con la propria carta da forno (o se preferite su un nuovo foglio di carta da forno). Con una forchetta bucherellate la pasta.
Ora mettete gli ingredienti a strati (nell’ordine: spinaci, pomodori, prosciutto cotto, ricotta)  lasciando però 1 centimetro di bordo libero per poter sigillare la pasta alla fine
Disponete quindi gli spinaci su tutta la sfoglia, sopra adagiate le fettine di pomodoro ricoprendo l’intera superficie, poi coprite con le fette di prosciutto cotto.
Tagliate la ricotta a fette di qualche millimetro di spessore e disponetele sopra il prosciutto cotto. Non preoccupatevi se si rompe, piuttosto distanziate i vari pezzi sull’intera superficie della pizza.
Srotolate infine l’altra pasta sfoglia e con questa ricoprite il tutto cercando di evitare che rimanga aria all’interno. Fate aderire i bordi della pasta e ripiegateli verso il centro. Premete tutto il bordo con la punta di una forchetta per sigillare bene.
Bucherellate anche lo strato superiore di pasta e spolverizzate la superficie con un po’ di sale.
Mettete in forno caldo a 180° per 30 minuti. Al termine della cottura se la superficie della pizza rustica fosse troppo chiara passate per circa 2 minuti sotto al grill.
Servitela tiepida o fredda.

CONSIGLIA Polpette di melanzana