Friggitelli, come li faceva nonna

Questo è il mio contorno estivo preferito in assoluto. Altro che insalatine fresche e delicate, qui andiamo sul sapore più deciso dei peperoncini friggitelli, ma senza immersioni in olio e senza friggere niente! 😉 Quindi siamo sulla linea: saporito ma leggero con un risultato oltre ogni aspettativa. 

Ve li consiglio vivamente come contorno o come antipasto, per una cena estiva informale o per coccolarvi con leggerezza una volta che siete da soli e li preparate solo per voi a mo’ di piatto unico, come spesso faccio io. 😉 

L’unico consiglio che vi do è il seguente: cercate di comprare i friggitelli da un coltivatore diretto, da un contadino che ve li dà belli, piccolini, freschi e tenerissimi. In altri casi si corre il rischio che, con la cottura, si percepisca in bocca la buccetta esterna, cosa assai poco gradevole… Per evitare comunque questo inconveniente dovete cercare di non cuocerli tanto ed evitare di riscaldarli. Ma di questo non dovete preoccuparvi perché sono buonissimi tiepidi e persino freddi, anzi forse lo sono di più perché i tre sapori – friggitello, pomodoro, cipolla – si legano di più e il sapore finale è più rotondo. 
Non vi dico nulla della scarpetta finale da fare nel sugo che avanza… 😉

Ingredienti
1 kg di friggitelli teneri
6-7 pomodori san marzano maturi
mezza cipolla
olio e.v.o.
sale

Sbollentate i pomodori per alcuni minuti in acqua bollente, poi incideteli e levate la pelle. Tagliateli a pezzettini conservando il succo che rilasciano. Lavate i friggitelli, tagliateli a metà nel senso della lunghezza ed eliminate picciolo e semini interni. In una padella capiente mettete un filo d’olio e la cipolla a pezzetti e fatela appassire dolcemente. Unite poi i friggitelli e cuoceteli per 2-3 minuti a fiamma vivace. Aggiungere tutto il pomodoro, salate e fate cuocere per 10-15 minuti. Servite caldi, tiepidi o freddi perché sono buonissimi in ogni caso.
Come antipasto saporito e sfizioso serviteli a temperatura ambiente su una fetta di pane abbrustolito irrorato da un po’ di sughetto.

Gateau di patate con verdure (estive)

Ciao miei cari,
stiamo ormai borbottando tutti da vari giorni per questa estate pazzerella che non si esprime come si deve, vero? E piove in continuazione… e il sole non si vede… e soprattutto non fa affatto caldo…
Allora io ne approfitto e, anziché lamentarmi per il caldo che non c’è, accendo il forno senza rischiare di morire liquefatta. 😉
Ieri giusto giusto mi è servito per cuocere questo buonissimo gattò  di patate con verdure.
Eheh sì, sì, avete sentito bene, uno sformato tutto vegetariano (finalmente!) più leggero ma ugualmente gustoso. Lo potremmo ribattezzare gateau di patate estivo perché dentro ci sono le tre fantastiche verdure estive: zucchine, melanzane, peperoni. 
Come potete immaginare è semplicissimo da fare, perciò fate così, domani mattina andate al mercato – tra una pioggia e l’altra – comprate queste belle verdurine e la sera – ché fa più fresco – accendete il vostro bel fornetto e per cena condividete una bella fetta di gattò estivo.
Alla faccia del caldo che non c’è! 😉

Ingredienti per 4 persone
4 patate medie
2 zucchine medie
1 melanzana (scura) media 
1 peperone (rosso) medio
2 uova medie
100 g di mozzarella
1 spicchio d’aglio
parmigiano grattugiato
noce moscata
pangrattato
olio e.v.o.
sale e pepe

Sbucciate le patate, lessatele e quando sono ancora ben calde schiacciatele con uno schiaccia-patate. Lavate, mondate le verdure (pelate il peperone con un pelapatate) e tagliatele a cubetti tenendole separate. In una padella mettete un po’ di olio, uno spicchio d’aglio e le zucchine. Dopo qualche minuto unite una tazzina di acqua e aggiungete le melanzane. Fate cuocere un po’ poi mettete anche i peperoni. Mettete sale e pepe e fate cuocere ancora mantenendo le verdure un po’ “al dente”. Fate raffreddare. In una ciotola mettete le patate e conditele con sale e un po’ di olio mantecando con una posata. Quando si sono raffreddate unite le uova, una grattugiatina di noce moscata, il parmigiano e le verdure, eliminando l’aglio. Amalgamate bene il composto. Ungete con una piccola noce di burro una teglia e cospargetela con del pane grattugiato. Versate la metà del composto e spianate bene la superficie, mettete sopra la mozzarella tagliata a listarelle e ricoprite con l’impasto restante. Livellate bene la superficie e cospargete con altro pangrattato. Cuocete in forno ben caldo a 180°-200° per 20-25 minuti fino a quando si forma una leggera crosticina dorata. Servite caldo.
CONSIGLIA The Original New York Cheese Cake