Dolce soffice di uva e mandorle

Ci sono alcuni tipi di frutta che non amo mangiare “al naturale” ma che invece mi piacciono all’interno dei dolci. Ad esempio l’uva. Ecco allora che approfitto della presenza, in casa, di un bel grappolo di uva bianca per preparare questo dolce.
Tra l’altro, oggi provo ad usare per la prima volta il burro chiarificato. E’ un burro lavorato e privato della sua parte più grassa e indigesta. Ne ho comprato una confezione e sono proprio curiosa di scoprirne la resa.
Se non ne avete potete sempre usare il burro normale, così come anche io ho sempre fatto finora. Il dolce verrà ugualmente bene.
Inoltre ho usato le mandorle sgusciate ma NON spellate. Per questa torta volevo accostare all’uva, dolce e carnosa, un sapore e una consistenza un po’ più ruvidi grazie proprio alle mandorle con la loro pellicina e tritate non troppo finemente.
Risultato? Il burro è fantastico! Se lo sciogliete vedrete che sembrerà di avere dell’olio… non c’è più la parte bianca e schiumosa. Per quanto riguarda le mandorle e l’uva, binomio azzeccato!
Insomma, volete sapere come è venuta questa torta?
Soffice, delicata, saporita, buonissima!




Per 8 persone
150 g di farina
100 g di zucchero
2 uova
80 g di burro chiarificato
50 g di mandorle sgusciate
mezza bustina di lievito
1 bel grappolo d’uva
1 pizzico di sale
(carta da forno)

Lavate l’uva, staccate i chicchi, tagliateli a metà e con un coltello appuntito togliete via i semi interni. (Io faccio questo “lavoro” perché a casa c’è qualcuno che non può mangiare i semini, ma se preferite potete anche lasciare i chicchi interi). Man mano che sistemate l’uva mettete i chicchi mondati in un recipiente poiché perderanno sicuramente un po’ del loro succo.
Tritate le mandorle non troppo finemente con il tritatutto per pochi secondi e tenete da parte.
Sciogliete il burro a fuoco dolcissimo in un pentolino e lasciate intiepidire un po’.
In un recipiente sbattete le uova con il pizzico di sale poi aggiungete lo zucchero. Per fare prima, per faticare di meno e per avere un composto ben amalgamato vi consiglio di usare uno sbattitore elettrico con la frusta. Setacciate la farina e aggiungetela all’impasto continuando a lavorare con la frusta. Poi unite il burro e infine il lievito. Quando il tutto sarà bel amalgamato inserite le mandorle tritate e mescolatele bene con un cucchiaio o una spatola.
Versate l’impasto in una teglia non troppo grande, livellate la superficie e disponete i chicchi d’uva premendoli un po’ sulla superficie. Nella cottura il dolce lieviterà e crescerà abbastanza tanto che l’uva alla fine si ritroverà all’interno della torta.
Cuocete per 30 minuti in forno già caldo a 180°.
Fate intiepidire o raffreddare prima di servirla.

Comments

Be the first to comment.

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA DIY: Packaging di San Valentino