A carnevale ogni dolce vale!

tortacaprese

E’ carnevale e ancora non ho preparato nessun dolcetto tipico del periodo, lo so… 
Ma ci sono ancora due settimane e arriveranno, fidatevi, arriveranno! Nel frattempo però ci intratteniamo con altre torte golose, così come questa fantastica torta caprese.

Ché io oggi ho bisogno di riprendermi un po’ dal duro colpo di ieri, quando la mia fantastica e deliziosa crostata di mele si è spiaccicata e spappolata sul pavimento…  Ancora piango al ricordo…
Vabbè, come direbbe mia nonna, “sono cose che capitano a chi le fa!
Vi saluto e vi lascio a sognare il godurioso sapore di questa torta così cioccolatosa e mandorlosa, profumata e umidina quanto basta. 🙂 Buona domenica amici!

Ingredienti per una torta di 28/30 cm di diametro
350 g di mandorle sgusciate ma non spellate
250 g di cioccolato fondente 
200 g di burro
300 g di uova (cioè 5 o 6 uova medie)
170 g di zucchero semolato
un pizzico di sale
zucchero a velo

Tostate le mandorle in forno per 10 minuti a 180°, fatele raffreddare poi frullatele finemente. 
Ungete una tortiera con una noce di burro e spolverizzatela con un cucchiaio di cacao amaro in polvere (o con della farina se non siete intolleranti al glutine).
Sciogliete il burro a bagnomaria e, in un altro pentolino, sciogliete il cioccolato sempre a bagnomaria. Lasciateli intiepidire un po’, poiché è bene che non siano troppo caldi quando vengono inseriti nell’impasto della torta.
Separate gli albumi dai tuorli e  montate a neve ferma gli albumi. In un’altra ciotola sbattete molto bene e a lungo i tuorli con lo zucchero e il pizzico di sale fino ad ottenere una crema liscia. Aggiungete ai tuorli le mandorle tritate e amalgamate bene. Poi il cioccolato e il burro fusi. Infine unite gli albumi incorporandoli delicatamente con l’aiuto di una frusta o di una spatola facendo movimenti circolari sempre nello stesso senso, dall’alto verso il basso.
Versate nella tortiera, livellate con una spatola e cuocete in forno caldo a 180° per circa 30 minuti.
Qui non vale la prova dello stecchino perché la torta va tolta quando il bordo è visibilmente cotto tanto da staccarsi dalle pareti della teglia. All’interno deve restare un po’ umidina.

Toglietela dal forno e estraetela dalla teglia girandola su un piatto da portata. Cospargete la superficie con dello zucchero a velo quando è ancora calda. Fate raffreddare prima di servirla.

 

 

Nota: Potete scegliere di tritare un po’ di mandorle in modo più grossolano per dare una consistenza più granulosa alla vostra torta.
La caprese è ancora più buona mangiata il giorno dopo poiché il dolce si compatta e gli ingredienti legano meglio, quindi potete prepararla anche con un giorno di anticipo.

Comments

Be the first to comment.

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA DIY: Packaging di San Valentino