Pasta con le fave

pasta-fave-2

Le fave. Le ho sempre adorate, sin da piccola. Ero capace di mangiarne una quantità spropositata, o almeno…tale per una bambina! In realtà mi ha sempre divertito sgusciarle perché hanno il baccello grande che all’interno è “morbido e pelosino“, come dicevo all’ora. E poi mi piaceva aprirle per vedere come le singole favette si presentavano ben equidistanti tra loro dentro ogni baccello. Meraviglie e proporzioni della natura!

Ma le fave mi piacciono solo cotte e il mio modo di cuocerle è questo: in tegame in bianco con cipolla e pancetta. Quando le preparo solitamente le mangio come contorno ma poi faccio sempre in modo che ne avanzino un po’ per condirci la pasta. E’ quella che vedete in questo post, anche se per fotografarla non ho aggiunto il pecorino grattugiato. Se non vi piace il pecorino va bene anche il parmigiano, eh! Ma ci deve stare, ben mantecato quando la pasta è ben calda poiché aiuta anche il condimento a legare. Tra poco le fave termineranno sui banchi del mercato perciò affrettatevi a comperarle e a prepararvi questa bella (e buona!) pasta.
 
– – – Ingredienti – – –
400 g di pasta
400 g di fave sgusciate
100 g di pancetta
mezza cipolla
brodo vegetale leggero (o acqua) q.b.
pecorino grattugiato q.b.
olio e.v.o.
sale & pepe
 
– – – Procedimento – – –
Tagliate molto finemente la cipolla e fatela stufare dolcemente in un tegame con un po’ di olio. Aggiungete la pancetta tagliata a pezzetti e fate rosolare a fiamma vivace.
Aggiungete le fave, mescolate bene poi unite il brodo vegetale. Mettete sale e pepe, mescolate e lasciate cuocere il tempo necessario, ci vorranno circa 20-30 minuti a seconda della grandezza delle fave. Se durate la cottura vedete che le fave si asciugano troppo aggiungete un po’ di brodo. Questo condimento è bene che non risulti troppo asciutto poiché un po’ di liquido servirà per terminare la cottura della pasta.
Cuocete la pasta in abbondante acqua salata e quando mancano alcuni minuti al termine della cottura, scolatela e ripassatela nel tegame delle fave mescolando bene e lasciando assorbire il liquido fino a ultimare la cottura della pasta.
Quando è pronta impiattate e mettere sopra del pecorino grattugiato (io non l’ho aggiunto per fare la foto al piatto così da lasciar vedere bene la pasta, ma poi…) e altro pepe, se lo desiderate.

 
pasta-fave

Comments

Be the first to comment.

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Pizza tonno e cipolla