Carciofi al forno farciti di mortadella

carciofi_forno
 
Terminati gli eccessi dolci del Carnevale torniamo alla cucina di tutti i giorni con questa buonissima ricetta di carciofi ripieni. Sempre perchè di recente io vi ho fatto delle promesse tra le quali quella che vi avrei postato qualche altra bella ricetta con i  miei amatissimi carciofi. E come vi dicevo ci si è messa pure la rivista Sale&Pepe a fomentare questa mia passione ché nel numero di gennaio ha proposto qualche semplice ma interessante ricettina. Perciò oggi andiamo di carciofi ripieni!

(altro…)

Crema di carciofi con coniglio e patatine croccanti

 cremacarciofi-11

E’ inverno.
E’ tempo di carciofi.
Questo, lo sapete già (?), significa che ora attaccherò con una serie di ricette – ok, vedrò di distribuirle un po’ nel tempo –  a base di questi ortaggi pazzescamente buoni!
Tanto più che sul numero di gennaio della rivista Sale&Pepe hanno pure pensato di rinfrescarmi la memoria con il suggerimento di qualche bella e semplice ricettina.

(altro…)

Zolfini con il lesso

Quando arriva l’autunno e un po’ di freddo a casa mia c’è l’abitudine di iniziare a preparare, di tanto in tanto, il brodo di carne e col brodo di carne ci si fa la minestra, o i tortellini o i passatelli, tutti piatti “di casa” che riscaldano e confortano. Tuttavia, la cosa per me più scomoda del fare il brodo – che adoro – è l’avanzo della carne bollita che resta. La carne bollita è un piatto che, per quanto io mi sforzi di renderlo appetitoso, subito mi annoia e mi stanco a mangiarlo dopo due soli bocconi. Ogni tanto uso il lesso per farci le polpette con gli spinaci, ma mica ogni volta posso mettermi a fare ‘ste polpette, perché sempre di fritto si tratta… In alternativa – e come ben sapete – il lesso viene accompagnato con delle salse, ma queste sono una preparazione non molto apprezzata dai restanti familiari.
Questa volta però mi sembra di aver trovato un buonissimo compromesso per mangiare il lesso senza annoiarmi troppo, e cioè renderlo simile allo spezzatino ripassandolo in casseruola con i fagioli.
Per l’occasione ho cucinato i fagioli zolfini che ho assaggiato per la prima volta quest’estate in una trattoria e mi sono piaciuti moltissimo. Non sono una grande consumatrice di legumi e con i fagioli mi fermo solitamente ai borlotti o ai cannellini, ma questo fagiolino è davvero delizioso.
Oggi quindi, più che una ricetta, vi do un’idea per riciclare il lesso e renderlo un po’ più succulento e appetitoso e vi consiglio di farlo provando questi piccoli e deliziosi fagioli. 😉

Ingredienti
Carne di lesso (io avevo la gallina)
300 g di fagioli tipo zolfino secchi
2 spicchi d’aglio
salvia
concentrato di pomodoro
acqua
olio e.v.o.
sale & pepe

Lavate i fagioli sotto l’acqua e poi metteteli a bagno per qualche ora; basteranno anche 3 ore poiché il fagiolo zolfino è più piccolo, ha la buccia più sottile e non ha bisogno di un ammollo prolungato.
Togliete i fagioli dall’acqua e metteteli a cuocere in un tegame di coccio coperti da circa due dita d’acqua e con gli spicchi d’aglio. Fate cuocere a fuoco medio per un’ora facendoli sobbollire lentamente. Quando l’acqua sarà quasi del tutto asciugata, togliete l’aglio e mettete un po’ d’olio, la salvia e un cucchiaio di concentrato di pomodoro. Fate proseguire la cottura aggiungendo altra acqua ben calda se necessaria fino a quando arrivano a cottura. Quando sono cotti – non devono essere però troppo asciutti – mettete nel tegame il lesso a pezzi e fatelo scaldare e insaporire insieme ai fagioli. Spegnete la pentola, coprite e fate riposare per 5 minuti.

Nota: Potete consumare i soli fagioli come contorno, in questo caso portateli a cottura facendo assorbire il liquido in eccesso.

CONSIGLIA Pizza tonno e cipolla